Superbonus 110%

Il Superbonus è un’agevolazione del Decreto Rilancio che prevede detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica, installazione di impianti fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, interventi antisismici.
Queste misure si vanno ad aggiungere alle detrazioni già previste per gli interventi volti ad incrementare l’efficienza energetica degli edifici (ecobonus) e la riduzione del rischio sismico (sismabonus) La detrazione è prevista per le spese sostenute da luglio 2020 a giugno 2022.

Per Maggiori informazioni

chi può beneficiare del Superbonus 110%

Persone fisiche

possono beneficiare della detrazione per interventi realizzati su un numero massimo di due unità immobiliari

Condomini

Istituti autonomi case popolari (IACP)

Cooperative di abitazione a proprietà indivisa

Organizzazioni non lucrative di utilità sociale

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Interventi previsti per il superbonus 110%

Per beneficiare del Superbonus 110% bisogna conseguire il miglioramento minimino di due classi energetiche e per farlo occorre realizzare almeno uno degli interventi trainanti per poi eseguire anche gli interventi trainati.

Interventi principali o “trainanti”

Secondo quanto indicato dal decreto, il Superbonus 110% prevede degli interventi principali o trainanti che sono necessari per poter beneficiare della detrazione fiscale. Gli interventi sono:

Isolamento termico

Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio

Scopri
come possiamo aiutarti

Interventi di riqualificazione per la riduzione del rischio sismico

Interventi che consento un miglioramento sismico degli edifici esistenti nelle zone ad alto rischio sismico (zone 1, 2 e 3)

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (Condomini)

Interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (Edifici unifamiliari)

Interventi su edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti

Interventi secondari o “trainati”

Gli altri interventi, definiti “trainati”, che possono beneficiari del Superbonus 110% se eseguiti insieme agli interventi trainanti sono:

Detrazioni, Sconto in fattura, cessione del credito

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo e per le spese sostenute nel 2022 in 4 quote annuali di pari importo.  

Tra le novità è prevista la possibilità, anziché di fruire della detrazione in modo diretto, scegliere di ottenere il contributo anticipato sottoforma di sconto in fattura dai fornitori o in alternativa, della cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante

  • Sconto in fattura deve essere di un importo massimo pari al corrispettivo dovuto. Lo sconto può essere praticato anche in forma parziale es.

Supponendo che la spesa per l’intervento agevolabile sia pari a 30.000 euro nel caso in cui il fornitore applichi uno sconto sul corrispettivo pari a 10.000 euro avremo la seguente situazione: - il fornitore potrà disporre di un credito d’imposta pari a 11.000 euro (110% di 10.000); - il contribuente potrà far valere nella dichiarazione dei redditi una detrazione pari a 22.000 euro (110% di 20.000 rimasti a suo carico).   Entrambi i soggetti potranno ovviamente cedere la quota di detrazione spettante ad altri soggetti.

  • Cessione a terzi del credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante

  Sulla base di quanto espressamente previsto dall’art. 121 del decreto Rilancio, gli interventi edilizi che possono formare oggetto di opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, sono:

  • Superbonus 110%, credito d’imposta ai sensi dell’art.119 del Decreto Rilancio (DL n. 34/2020), a fronte di specifici interventi in ambito efficienza energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, eliminazione delle barriere architettoniche, ripartito in 5 quote annuali o in 4 quote annuali per le spese sostenute nel 2022.
  • Ristrutturazioni | detrazione 50 per cento in dieci anni;
  • Efficientamento energetico| detrazioni 50, 65, 75, 80, 85 per cento in 10 anni;
  • Bonus facciate| detrazione 90 per cento in dieci anni;
  • Consolidamento antisismico| detrazioni 50, 70,75, 80, 85 per cento in cinque o 10 anni;
  • Installazione di pannelli fotovoltaici| detrazione 50 per cento in 10 anni;
  • Colonnine di ricarica| detrazione 50 per cento in 10 anni.

Per beneficiare della consulenza e del sopralluogo gratuiti

CHIAMACI SUBITO!

+39 338 6379186